Eventi - Gaspare Spontini, Le metamorfosi di Pasquale | Teatro La Fenice

CALENDARIO

Seleziona l’Icona
VISUALIZZA CALENDARIO COMPLETO

GASPARE SPONTINI, LE METAMORFOSI DI PASQUALE



Venezia: Teatro Malibran

Direttore & Clavicembalo: Gianluca Capuano

Regia: Bepi Morassi

Scene e Costumi: Scuola di Scenografia dell’Accademia di Belle Arti di Venezia

Scene: Piero De Francesco

Costumi: Elena Utenti

Durata complessiva: 1h30'

Date e orari

Giorno

Data

Ora

Descrizione

Vendita

ven

19/01/2018

19:00

Turno A

Non disponibile

dom

21/01/2018

15:30

Turno B

Non disponibile

mar

23/01/2018

19:00

Turno D

Non disponibile

gio

25/01/2018

19:00

Turno E

Non disponibile

sab

27/01/2018

15:30

Turno C

Non disponibile

prima rappresentazione assoluta: Venezia, Teatro San Moisè, 16 gennaio 1802

edizione critica a cura di Federico Agostinelli
edizione della Fondazione Pergolesi Spontini
con il contributo del Centro Studi per la Musica fiamminga e della Provincia di Anversa

prima rappresentazione in tempi moderni

cast

Lisetta Irina Dubrovskaya
Il marchese Giorgio Misseri
Costanza Michela Antenucci
Il cavaliere/ Un sergente Christian Collia
Frontino Carlo Checchi
Pasquale Andrea Patucelli
Barone Francesco Basso

Direttore e maestro al clavicembalo Gianluca Capuano
Regia Bepi Morassi
Scene, Costumi e Luci Scuola di Scenografia dell’Accademia di Belle Arti di Venezia
Scene Piero De Francesco
Costumi Elena Utenti

con sopratitoli in italiano
nuovo allestimento Fondazione Teatro La Fenice
in coproduzione con Fondazione Pergolesi Spontini di Jesi


Un incredibile ritrovamento presso la biblioteca del castello d’Ursel in Hingene (Belgio) di quattro manoscritti autografi di Gaspare Spontini, ritenuti scomparsi, ha permesso di colmare alcune lacune inerenti la biografia del compositore e la sua produzione artistica, trattandosi di opere appartenenti a un periodo meno documentato ma cruciale per la formazione del musicista. Le metamorfosi di Pasquale (Roma 1802) si ripresenta ora, in prima esecuzione in tempi moderni, al pubblico del Teatro La Fenice grazie a una preziosa coproduzione con la Fondazione Pergolesi Spontini di Jesi, che tradisce una collaborazione fertile e virtuosa nell’interesse della valorizzazione del nostro patrimonio musicale.