CALENDARIO

Seleziona l’Icona
VISUALIZZA CALENDARIO COMPLETO

LES ÉTOILES, GALA INTERNAZIONALE DI DANZA



Venezia: Teatro La Fenice

Date e orari

Giorno

Data

Ora

Descrizione

Vendita

sab

21/07/2018

19:00

Turno E

Acquista online

dom

22/07/2018

17:00

Turno C

Acquista online

Danzano

Silvia Azzoni Hamburg Ballett
Sergio Bernal Ballet Nacional de España
Marlon Dino Dortmund Ballet
Lucia Lacarra Etoile internazionale
Tatiana Melnik Hungarian State Opera
Liudmila Konovalova Wiener Staatsoper
Daniil Simkin American Ballet Theatre / Berliner Staatsballet
Alexandre Ryabko Hamburg Ballett

e altre stelle dal mondo...

Un cast stellare, lo dice il nome stesso di questo gala, in un ricco programma di brillanti virtuosismi e momenti di struggente lirismo: amatissimi brani del repertorio classico, come i celebri passi a due – firmati interamente, o parzialmente, dal demiurgo del balletto ottocentesco, Marius Petipa (di cui ricorre il bicentenario della nascita) – tratti da lavori conosciuti ed amati in tutto il mondo, come Il Lago dei Cigni, Don Chisciotte e Il Corsaro.

Questi sono alcuni dei brani che il pubblico di Les Étoiles vedrà. Con una panoramica a 360° del balletto classico di oggi, il programma di Les Étoiles propone però anche passi a due tratti dal repertorio contemporaneo più raffinato e a firma coreografi di punta dei nostri giorni come l’inglese Russell Maliphant, il cui lavoro Spiral Twist seducerà certamente; poi, due brani dell’americano John Neumeier, direttore dello Hamburg Ballet e demiurgo del balletto dei nostri tempi: Don Juan creato per Rudolf Nureyev (un’occasione per rendere omaggio al grande ballerino russo in occasione degli ottanta anni dalla sua nascita, e dei venticinque dalla scomparsa) e Adagietto su musica di Gustav Mahler che nell’immaginario collettivo è associato al film di viscontiana memoria, Morte a Venezia. Del celebre coreografo spagnolo Antonio la Farruca del Molinero su musica di Manuel de Falla suscita atmosfere diaghileviane ricordandoci quanto fosse legato a questo brano il celeberrimo ballerino dei Ballets Russes, Léonide Massine.