Eventi - Giuseppe Verdi, Otello | Teatro La Fenice

CALENDARIO

Seleziona l’Icona
VISUALIZZA CALENDARIO COMPLETO

GIUSEPPE VERDI, OTELLO



Venezia: Teatro La Fenice

Direttore: Myung-Whun Chung

Regia: Francesco Micheli

Scene: Edoardo Sanchi

Costumi: Silvia Aymonino

Date e orari

Giorno

Data

Ora

Descrizione

Vendita

ven

22/03/2019

19:00

FUORI ABBONAMENTO

Acquista online

mar

26/03/2019

19:00

FUORI ABBONAMENTO

Acquista online

sab

30/03/2019

15:30

FUORI ABBONAMENTO

Acquista online

gio

04/04/2019

19:00

FUORI ABBONAMENTO

Acquista online

dom

07/04/2019

15:30

FUORI ABBONAMENTO

Acquista online

cast

Otello Marco Berti
Desdemona Carmela Remigio
Jago Dalibor Jenis
Cassio Matteo Mezzaro
Roderigo Antonello Ceron
Lodovico Mattia Denti
Montano Matteo Ferrara
Emilia Elisabetta Martorana

Direttore Myung-Whun Chung
Regia Francesco Micheli
Scene Edoardo Sanchi
Costumi Silvia Aymonino

Orchestra e Coro del Teatro La Fenice
Maestro del Coro Claudio Marino Moretti

Piccoli Cantori Veneziani
Maestro del Coro Diana D’Alessio

con sopratitoli in italiano e in inglese
allestimento Fondazione Teatro La Fenice







L’interesse di Verdi per il teatro shakespeariano risaliva agli anni di studio a Milano, e fu sempre una costante nei suoi pensieri di drammaturgo in musica. Ma non avrebbe osato avvicinarsi a Othello senza la forte sollecitazione venutagli dallo scrittore e compositore Arrigo Boito che, dopo gli inizi da ribelle scapigliato in aperta contestazione del mondo operistico italiano di allora e del suo principale rappresentante (Ode saffica, 1864), si era convinto della grandezza di Verdi.

Il riavvicinamento fra i due artisti fu propiziato dall’editore Giulio Ricordi, che si stava adoperando con tutte le sue forze per far recedere il bussetano dal proposito di ritirarsi dalle scena, manifestato dopoAida. Nel 1880 Boito stese un progetto che catturò l’attenzione di Verdi, poi, dopo la collaborazione prestata per la revisione del Boccanegra nel 1881, le discussioni shakespeariane ripresero a partire dal maggio successivo, e si protrassero sinché tutto il libretto non fu pronto, salvo una pausa dovuta alla preparazione della versione in quattro atti del Don Carlo nel 1884.

Verdi iniziò a comporre nel marzo di quell’anno, e completò la partitura negli ultimi giorni del 1886.