Luci mie traditrici
Salvatore Sciarrino
da ven 13.09.2019 a mar 24.09.2019

Un’opera contemporanea che già è possibile catalogare come di “repertorio”

avendo avuto 41 edizioni diverse (di cui solo 5 in Italia). Incentrata sul tema dell’amore, del tradimento, della gelosia, prende ispirazione dalla storia di Gesualdo da Venosa, compositore secentesco noto per i suoi madrigali densi di una armonia ricercata e visionaria per l’epoca, nonché noto per avere ucciso la moglie e il suo amante.

Così Sciarrino parla della sua opera: «Luci mie traditrici voleva essere la vera e propria affermazione di una riforma del teatro, perché l’uso delle voci, l’invenzione e la maturazione dello stile vocale permettono di nuovo di fare teatro, non solo di cantare genericamente sulla scena, cosa che non mi ha mai interessato. Il mio è un teatro “dopo” il cinema, a partire dal modo in cui sono tagliate le scene, che procedono per blocchi secchi che “sottraggono” e fanno capire quello che avviene». «Luci mie traditrici è un’opera nel pieno senso del termine. Essa non torna indietro, a modelli preesistenti, né si sporca di retorica a buon prezzo. La sua forza risiede nell’espressione del canto, nella creazione di uno stile vocale. Uno stile di nuovo inventato».

A cena con gli artisti? (scopri di più)

TEATRO MALIBRAN

 

Direttore⎮Tito Ceccherini

Regia⎮ Valentino Villa

Scene ⎮Massimo Checchetto

Costumi ⎮Carlos Tieppo

 

CAST

 

La Malaspina

Wioletta Hebrowska

 

Il Malaspina

Otto Katzameier

 

L’ospite/Voce dietro il sipario

Carlo Vistoli

 

Un servo della casa

Leonardo Cortellazzi

 

 

Orchestra del Teatro La Fenice

Nuovo allestimento Fondazione Teatro La Fenice

Sopratitoli in italiano

I prossimi eventi

Gli appuntamenti della settimana

Teatro La Fenice usa i cookie per offrirti una migliore esperienza di navigazione